Claudia Aversa

Settore: NPL

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsApp

Claudia Aversa

 

Cos’hai pensato quando sei arrivato in Banca IFIS?
Mi ha colpito innanzitutto l’età media molto bassa del personale rispetto ai colleghi che avevo avuto nei luoghi di lavoro precedenti. Inoltre ho avuto la quasi immediata percezione della Banca come un ambiente caratterizzato da dinamismo, mutamento e crescita.

Come sei cresciuto come persona all’interno di Banca IFIS?
Nell’arco di 3 soli anni ho avuto l’opportunità di lavorare in ben 4 uffici distinti! Dal progetto bonifica sono passata al back office della rete interna, per poi dedicarmi al settore del micro affidamento sempre nell’ambito della rete interna. Adesso lavoro sempre negli affidamenti, ma a livello macro.

Qual è stata la tua soddisfazione lavorativa più grande?
Il passaggio nel mio attuale ufficio è stata una cosa inattesa e aldilà delle mie aspettative, mi sono sentita investita di molta fiducia in quanto il lavoro che svolgo è molto delicato. Per me è un grande stimolo perché adesso posso vedere il mondo dell’NPL nel suo insieme, posso imparare gli aspetti che abbracciano l’operatività di più uffici e, soprattutto, ho dei colleghi molto preparati dai quali imparare tantissimo.

Cosa ti aspetti dal futuro? (Personale e lavorativo)
Mi aspetto di imparare tanto, di maneggiare nuovi programmi e di trovarmi sempre in un ambiente armonioso come quello che mi circonda. A livello più strettamente personale, mi aspetto di mantenere e coltivare le mie passioni, sportive e canore, e di raggiungere piccoli obiettivi che mi prepongo giorno dopo giorno come crescita personale.

Qualcosa da aggiungere?
Sono felice di trovarmi insieme a persone motivate e stimolanti, è un aspetto che rende il percorso in discesa anche quando stai affrontando i chilometri più duri…