Gerardo Vannini

Coordinatore Rete, Zona Centro Nord
Settore: CrediFamiglia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsApp

Gerardo Vannini

Cos’hai pensato quando sei arrivato in Banca IFIS?

Facevo parte di Toscana Finanza quando siamo stati incorporati da Banca IFIS e ricordo momenti di grande trepidazione, ma anche qualche timore perché era la prima volta che una Banca decideva di investire nel settore NPL. Al primo incontro con il Dott. Bossi però, ogni dubbio o incertezza si è dissolta, ha infatti saputo rassicurarci con un discorso molto coinvolgente.
Ricordo inoltre con piacere la prima visita alla Direzione Generale di Mestre, un inizio davvero emozionante!

Come sei cresciuto come persona all’interno di Banca IFIS?
Già in Toscana Finanza mi occupavo della gestione delle società di recupero ma con l’avvento di Banca IFIS i volumi sono diventati davvero importanti e soprattutto anche le aspettative di recupero sono aumentate. Dopo poco è stata creata una rete di recupero formata da agenti in attività finanziaria e qualche mese più tardi Andrea Clamer, il responsabile Area NPL, mi ha coinvolto nella gestione di parte di questi agenti: una nuova sfida per me!

Qual è stata la tua soddisfazione lavorativa più grande?
Mi piace pensare che in parte la crescita di Banca IFIS derivi dagli ottimi risultati dell’ area NPL di cui faccio parte.
Infatti la leadership di questo business ha permesso una visibilità a livello europeo che credo fosse difficilmente raggiungibile nello stesso tempo con altre aree di business.

Cosa ti aspetti dal futuro? (personale e lavorativo)
Mi aspetto che Banca IFIS riesca a consolidare la propria leadership nel settore NPL nonostante la concorrenza di vari player internazionali  che hanno fiutato questo business. Per quanto riguarda il mio ruolo mi aspetto di poter gestire una rete che non faccia solo recupero ma possa anche erogare finanziamenti e collocare servizi.

Qualcosa da aggiungere?
Nonostante la mia non più giovane età in questa Banca si respira aria “fresca” che nasce dall’essere sempre aggiornati e pronti ai cambiamenti che il mondo attuale ci richiede.