Irene Chinello

Settore: Organizzazione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on WhatsApp

Irene Chinello

 

Cos’hai pensato quando sei arrivato in Banca IFIS?
Appena arrivata, ho subito pensato che si trattasse di un luogo di lavoro fuori dagli schemi tradizionali. Il fatto che la sede generale sia presso una villa storica con un parco vasto e ben curato, rende la Banca un caso piacevolmente più unico che raro nel panorama lavorativo!

Come sei cresciuto come persona all’interno di Banca IFIS?
Sono giunta in Banca a 25 anni, avendo alle spalle solo alcune esperienze lavorative di stage e Banca IFIS mi ha offerto l’occasione di iniziare il mio percorso lavorativo, con tutte le conseguenze positive collegate: autonomia e indipendenza e la possibilità di affrontare le prime spese per me importanti, come un’automobile.

Qual è stata la tua soddisfazione lavorativa più grande?
Tra le mie maggiori soddisfazioni devo sicuramente annoverare i progressi che sto facendo nell’utilizzo degli strumenti e programmi che quotidianamente utilizzo nel mio lavoro e, in generale, il cambiamento che sto vivendo nell’approcciarmi alla tecnologia. Grazie a Banca IFIS, sto imparando quanto sia utile e importante considerarla parte fondamentale e imprescindibile dell’attività lavorativa. Per quanto possa sembrare banale, piccoli progressi informatici significano per me grandi soddisfazioni.

Cosa ti aspetti dal futuro? (personale e lavorativo)
Banca IFIS sta crescendo a ritmi sorprendenti. Tale processo sta coinvolgendo e coinvolgerà tutti noi e anche io, grazie a quanto appreso, spero di poter contribuire attivamente allo sviluppo della Banca. In questo percorso di crescita di Banca IFIS, mi auguro di continuare a crescere professionalmente e personalmente.

Qualcosa da aggiungere?
Grandi sfide si profilano all’orizzonte, per tutti noi. Grandi sfide portano con sé anche grandi opportunità: a tutti auguro di affrontarle nel migliore dei modi. Un grande in bocca al lupo a tutti noi!